venerdì 15 febbraio 2019

Siena e la metropolitana leggera

A volte ritornano

Comune di Siena

Studio di fattibilità della metropolitana leggera di superficie riferita al territorio dello Schema Metropolitano dell’area Senese per le tratte: Siena - Monteroni d’Arbia e Siena - Asciano

LdP Associati · architettura · urbanistica
Antonio Mugnai
Anna Calocchi
Federica Turini

Università degli Studi di Siena
Dipartimento di Scienze Storiche, Giuridiche, Politiche e Sociali
Stefano Maggi

giugno 2006


QUI il documento. [PDF - 2,6 MB - 90 pagg.]

Vedi anche QUI.
 

mercoledì 13 febbraio 2019

Nuovi limiti di velocità



Finalmente le bici potranno andare a 150 km l'ora in autostrada, contromano, però!


domenica 10 febbraio 2019

mercoledì 30 gennaio 2019

Nevica a Siena - 2


Tiemme! Con quello che vi paghiamo, possibile mandare in giro per la città autobus senza gomme da neve o catene, che pattinano paurosamente sulle strade dove peraltro l'Amministrazione Comunale NON ha sparso il sale e dove, come d'uso, non compare neanche un vigile urbano per gestire l'emergenza?

Cambia il colore dell'Amministrazione ma la disorganizzazione resta ai soliti, noti, livelli.


Dalla periferia di Siena, da un desolato e trascurato quartiere, abbandonato da dio, dagli uomini, dall'Amministrazione comunale e oggi anche dalla Tiemme.


SI, è Siena.


Nevica a Siena


[Immagine dall'archivio di MeteoWeb]

Nevica a Siena
Succede, d'inverno.
Gli autobus urbani sono scomparsi.
Succede anche questo, qui, d'inverno.

SI, è Siena.

lunedì 21 gennaio 2019

Il medico della mutua


Qualche giorno fa mi sono recato all'ambulatorio del mio medico: periodicamente ne ho bisogno.
Dopo aver suonato al portone, non mi ha aperto nessuno. Strano, di solito c'è l'automatismo dell'apri-porta che fa scattare il portone d'ingresso appena si suona il campanello.
Ho chiamato il numero dell'ambulatorio: l'utente non risultava più attivo; ancora più strano! Mi è venuto un sospetto. Ho telefonato allora al cellulare del medico che mi ha risposto quasi subito e mi ha chiarito che da qualche giorno è andato in pensione. E adesso? Mi ha suggerito il nome di un possibile nuovo medico. Convenevoli e saluti di rito, poi ho riattaccato, preoccupato.

Ma come è possibile che la nostra struttura sanitaria regionale non si preoccupi neppure di comunicare, a un assistito, l'improvvisa cessazione delle attività del proprio medico curante?

Ma davvero il Presidente della Regione Rossi deve essere seguito nei suoi fantasiosi ultimi spasmi di governo, che preannunciano sanità gratuita all'Universo Mondo che si trovi nel Granducato, e poi, nel quotidiano, si lascino gli assistiti per strada davanti a un ambulatorio chiuso, negando di fatto il diritto di assistenza a un cittadino?
Davvero non ci sono fondi per mandare un'informazione, cartacea o elettronica, alle persone che si trovano in simili frangenti?

Una vera eccellenza, quella della sanità Toscana, non c'è che dire.

La sanità? Ci seppellirà!

sabato 19 gennaio 2019

John Mayall o dell'ottimismo

Da molti mesi, quando parcheggio, John Mayall mi fissa e mi ricorda l'appuntamento: il 25 Marzo del 2019 al Tuscany Hall di Firenze.


Che Mayall fosse ancora vivo e lottasse insieme a noi è una notizia che mi ha sorpreso, la prima volta che ho visto il cartellone pubblicitario. La seconda reazione che ho avuto è stata: "Chi mai conoscerà, o ricorderà, il musicista e compositore inglese?" [85 anni il 29 novembre dello scorso anno]
Soprattutto, però, mi ha colpito, di per sé, l'annuncio dello spettacolo, che si sarebbe tenuto quattro o cinque mesi dopo l'affissione. Che Mayall pensi di essere ancora vivo e in grado di fare il concerto nella data prefissata, a quella bella età, è un incredibile e positivo segno di ottimismo, suo o del suo agente...