sabato 17 giugno 2017

I giochi di parole del PD


L'attuale Buon Governo offre il buono lavoro invece del lavoro buono!


Ma alzate la testa, per Giove!

domenica 11 giugno 2017

Il latino della domenica - 223

Se hai cura di me, abbi cura di te.
(Ovidio, Heroides)

Me l'ha scritto un amico, preoccupato per la mia salute.

venerdì 2 giugno 2017

In cucina


Stamani ho trovato un messaggio di mia moglie su una lavagnetta in cucina: che non mi scordassi di lasciare un po' di pane sbriciolato alla coppia di merli che frequentano il nostro mini giardino.
L'acqua, in un contenitore largo e basso che serve loro per bere e anche per lavarsi, sa che non me la scordo.

lunedì 29 maggio 2017

Paura del domani


Sulla lavagna della cucina, tra il "Concentrato di pomodoro" e la "Carta da forno".


sabato 27 maggio 2017

Siena e le Scale Immobili

Venerdì 26 Maggio, ore 10:05

Non frequento spesso la zona della stazione ferroviaria di Siena, ma almeno un paio di volte al mese utilizzo le scale mobili della risalita tra la stazione e l'antiporto, nei due sensi di percorrenza.
Non mi è quindi sfuggito che, diciamo due volte su tre, una o più rampe (e sempre quelle al di sopra del piano del centro commerciale) siano bloccate o in un senso o nell'altro, con addetti al lavoro per ripristinarne il funzionamento.
Una scala mobile [è un'invenzione della fine dell'Ottocento] è un meccanismo  così delicato? Forse perché le tratte sono lunghe? E quanto ci costa questa continua manutenzione?
Di fatto, pur non costituendo le mie visite poco frequenti oggetto di statistica, anche sul sito di Siena Parcheggi* una delle due foto che illustrano la risalita mostra (inavvertitamente) la presenza dello sbarramento che segnala una scala mobile in avaria!



Scala mobile bloccata, dal sito di Siena Parcheggi

* Ultima visita effettuata il 27/05/17 alle 10:43

venerdì 26 maggio 2017

Siena e il Mangia d'Oro


Stamani, ore 10:35 in via della Sapienza, a Siena.

Davanti a me un camioncino di 6 Toscana avanza lento, tra gruppi di turisti che affollano la via, per il ritiro  della raccolta differenziata; si ferma accanto al civico n. 39 e un addetto, afferrati alcuni sacchetti, li getta sul camion; un foglio però gli sfugge e ricade dalla sponda verso la strada; fa finta di nulla e il camioncino prosegue nel suo viaggio.
Davanti a me un anziano vede il fatto e, appena il foglio tocca terra, con alcuni calci sapientemente assestati, riesce a spingerlo in un angolo della via, poi piano piano si piega, lo raccoglie e lo getta in un cestino lì accanto.

È a persone così che andrebbe assegnato il Mangia d'Oro!